Copertina de L'inverno più nero, Carlo Lucarelli, Einaudi 2020

L’INVERNO PIÙ NERO

EINAUDI 2020 – Stile Libero Big: “L’INVERNO PIÙ NERO” di Carlo Lucarelli

“Aveva cominciato a parlare più velocemente, ansioso, ma De Luca non lo stava ascoltando. Si era chinato sul morto, piegandosi sulle ginocchia, sempre di spalle al commissario. Aspettava, e infatti Franchina, che stava vicino alla macchina a fumare accanto al maresciallo, in mezzo alla strada, chiamò Santi, che fu ben contento di potersi allontanare.”

Cronaca nera e storia, realtà e fantasia. Questa è la fortunata formula che utilizza Carlo Lucarelli nei suoi giallo-polizieschi con protagonista il commissario De Luca. Bologna, Repubblica di Salò, 1944, è lo scenario di questa nuova indagine (o avventura) del commissario, membro della polizia politica, alla ricerca di una complicata verità. Tre omicidi nella guerra tra resistenza e brigate nere, con l’ingombrante presenza dei militari tedeschi. Lui, il commissario, svolge le sue indagini tra blocchi stradali, fermi dei repubblichini, intralci di ogni genere. Alla fine i fili si sbrogliano e le verità, perché ce ne sono più d’una, si fanno largo grazie alla bravura di De Luca.

Carlo Lucarelli, scrittore, sceneggiatore e conduttore televisivo, fa il suo esordio nel 1990 con il giallo “Carta bianca” pubblicato da Sellerio, primo della serie dedicata al commissario De Luca. È anche il creatore dell’ispettore Coliandro, altra serie di gialli di successo. Ha scritto inoltre diversi polizieschi con protagonista l’ispettore Grazia Negro nonché con il capitano Colaprico, l’ultimo suo personaggio in ordine di tempo. È autore di diversi romanzi, tra i quali: “Guernica” Il minotauro 1996, “Laura di Rimini” Einaudi 2001, “Il bambino del faro” Gremese 2008. Tra i suoi scritti si contano anche molti saggi; ne citiamo alcuni: “Piazza Fontana” Einaudi 2007, “PPP. Pasolini, un segreto italiano” Rizzoli 2015. Nel corso della sua carriera di scrittore ha vinto numerosi premi letterari, tra i quali annotiamo il “Premio Flaiano” per “Blu notte” vinto nel 2006.